Alimentazione crudista: Raw Food e crudismo

La alimentazione crudista è uno stile alimentare davvero vitale, che dona tanta energia, leggerezza e positività. Ma non solo: raw food è anche uno stile di vita, un approccio alla salute e al benessere, alle abitudini, a come ci rapportiamo agli altri. Mangiare crudista raw significa avere una certa attenzione per sé stessi, l'ambiente che ci circonda, le relazioni con gli altri. In tanti anni di esperienza come esperta alimentazione vegana e raw, ho potuto vedere come il crudismo possa portare nelle persone uno spirito positivo che contagia tutto. Provalo anche tu!

 

Cos’è il crudismo

Chi segue un regime alimentare crudista si nutre esclusivamente di cibi crudi o, se cotti, la temperatura di cottura non deve superare i 45°C. La temperatura elevata distrugge gli enzimi contenuti negli alimenti, soprattutto vegetali. Gli enzimi sono indispensabili per l’attivazione delle funzioni fisiologiche del sistema digestivo, immunitario e del sistema nervoso.  Oltre ai vegetali, si possono consumare crudi diversi alimenti ma i primi sono più ricchi di principi attivi utili per nutrire adeguatamente cellule e tessuti e il crudismo vegano è sempre fìpreferibile. I cibi animali crudi possono essere potenzialmente pericolosi per la carica tossinica.

L’importanza del cibo crudo

Il consumo di cibi crudi lascia inalterato l’apporto di vitamine, sali minerali e antiossidanti che verrebbero distrutti attraverso il calore. Fra gli alimenti consigliati ci sono anche i germogli che, rispetto alla pianta matura, hanno una quantità di enzimi e principi attivi di gran lunga superiore. Rispetto alla pianta matura sono molto più digeribili perché già pronti per essere assimilati.

Benefici derivanti dal cibo crudo

L’apporto quotidiano di principi attivi vivi e di pronto utilizzo per l’organismo procura numerosi benefici. Infatti fortifica il sistema immunitario, prevenendo così l’insorgenza di malattie, anche degenerative; aumenta la capacità digestiva, migliorando i disturbi gastro-intestinali (gastrite, stipsi, digestione lenta, ecc.). Il cibo crudo riequilibra il metabolismo e, contenendo molta acqua, idrata il corpo e la pelle. Regolarizza i livelli di colesterolo e la glicemia e favorisce l’eliminazione delle tossine che si sono accumulate negli anni per via di un’alimentazione industriale e raffinata, povera di nutrienti. 

Mangiare crudo è semplice

Siamo già tutti crudisti. Mangiamo insalate, frutta fresca e molto altro, senza usare la cottura.
Possiamo iniziare con dei succhi di verdura o con un piatto di verdura, prima dei pasti, per stimolare la digestione e permettere al corpo di utilizzare tutti i principi nutritivi in essi contenuti. Nel tempo l’apparato gastro-intestinale si rinforzerà, la digestione e l’evacuazione miglioreranno, ci si sentirà più forti e pieni di energie e più lucidi mentalmente. L’alimentazione crudista, se varia e adeguatamente gestita, non porta a carenze nutrizionali, anzi arricchisce l’organismo e nutre le cellule portando a uno perfetto stato di salute psicofisico. 

I consigli di un esperto

Se desideri comprendere meglio come poter iniziare un’alimentazione crudista, facendoti guidare gradualmente, ti invito a rivolgerti a Simona Vignali, Naturopata dello “Spazio SoloSalute”. Puoi contattarla dal form di questa pagina, ti risponderà quanto prima.

 

 

 


Le nostre proposte